Analisi ragionata dei cambiamenti regolamentari [seconda parte]

Modifiche dalla regola 12 al protocollo VAR e glossario.
Il regolamento del gioco del calcio nella versione 2021/2022 ha introdotto alcune modifiche che, come ogni anno, tendono a semplificarne la lettura e adeguare le regole all’evoluzione del calcio. Alcune di queste hanno un interessante impatto sul gioco. Di seguito vedremo di capire, punto per punto, cosa è stato cambiato e cosa comporterà il cambiamento, partendo dall’analisi fatta dal Settore Tecnico AIA, di cui sono la maggior parte delle traduzioni come presenti in Circolare 1, e a cui ho aggiunto delle specifiche, delle spiegazioni e una razionalizzazione del format del testo.

Le modifiche, approvate dall’IFAB nella 135ª Assemblea Generale Annuale il 5 marzo 2021, riguardano testo aggiunto (di seguito indicato con [AGGIUNTO]>testo aggiunto<[AGGIUNTO] ), e testo eliminato (di seguito indicato con [TOLTO]>testo tolto<[TOLTO] ). Per ogni modifica generalmente riporterò il testo obsoleto e quello attualmente in vigore, seguiti da una breve analisi.


Contenuto del precedente articolo:

Modifiche che interessano più di una regola
Regole 4, 5, 12 e protocollo VAR – comportamento non violento ma inappropriato
Regole 1, 2 e 4 – FIFA Quality Programme

Modifiche alle singole regole
Regola 1 – Il terreno di gioco – punto 10. Le porte
Regola 1 – Il terreno di gioco – punto 11. Tecnologia sulla linea di porta
Regola 6 – Gli altri ufficiali di gara
Regola 7 – La durata della gara – punto 3. Recupero delle perdite di tempo
Regola 11 – Fuorigioco – punto 1. Posizione di fuorigioco

Contenuto del presente articolo:

Regola 12 – Falli e scorrettezze – punto 1. Calcio di punizione diretto
Regola 12 – Falli e scorrettezze – punto 1. Calcio di punizione diretto – Contatti “mano/pallone”
Regola 12 – Falli e scorrettezze – punto 2. Calcio di punizione indiretto
Regola 12 – Falli e scorrettezze – punto 3. Provvedimenti disciplinari – Ammonizioni per comportamento antisportivo
Regola 12 – Falli e scorrettezze – punto 4. Ripresa di gioco dopo falli e scorrettezze
PROTOCOLLO VAR
GLOSSARIO


MODIFICA Regola 12 – Falli e scorrettezze – punto 1. Calcio di punizione diretto

TESTO OBSOLETO
Un calcio di punizione diretto è parimenti assegnato se un calciatore commette una delle seguenti infrazioni:
[…]
- morde o sputa a qualcuno

TESTO IN VIGORE
Un calcio di punizione diretto è parimenti assegnato se un calciatore commette una delle seguenti infrazioni:
[…]
- morde o sputa a qualcuno [AGGIUNTO]>iscritto nell’elenco delle squadre o a un ufficiale di gara<[AGGIUNTO]

ANALISI
Per coerenza con le altre parti di regolamento, dato che un calcio di punizione o di rigore può essere assegnato soltanto per infrazioni commesse contro qualcuno iscritto negli elenchi delle squadre (calciatori titolari, di riserva, sostituiti, espulsi e dirigenti) o un ufficiale di gara, tale situazione è stata specificata anche in questo tipo di infrazione.


MODIFICA Regola 12 – Falli e scorrettezze – punto 1. Calcio di punizione diretto – Contatti “mano/pallone”

TESTO OBSOLETO
È un’infrazione se un calciatore:
- tocca intenzionalmente il pallone con la mano o il braccio, [TOLTO]>compreso<[TOLTO] se muove la mano o il braccio verso il pallone
- segna nella porta avversaria direttamente con le mani / braccia, anche se accidentalmente, compreso il portiere
- immediatamente dopo che il pallone ha toccato, anche se in modo accidentale, le sue mani / braccia [TOLTO]>o quelle di un suo compagno<[TOLTO]:
- segna nella porta avversaria
[TOLTO]>- crea un’opportunità di segnare una rete
- tocca il pallone con le mani / braccia quando queste sono posizionate in modo innaturale aumentando lo spazio occupato dal corpo
- queste sono al di sopra dell’altezza delle sue spalle (a meno che il calciatore non giochi intenzionalmente il pallone che poi tocca le mani / braccia)

Le suddette infrazioni si concretizzano anche se il pallone tocca le mani / braccia del calciatore provenendo direttamente dalla testa o dal corpo (compresi i piedi) di un altro calciatore che è vicino.
Ad eccezione delle suddette infrazioni, non è un’infrazione se il pallone tocca le mani / braccia del calciatore:
-    se proviene direttamente dalla testa o dal corpo (compresi i piedi) del calciatore stesso
-    se proviene direttamente dalla testa o dal corpo (compresi i piedi) di un altro calciatore che è vicino
-    se mani / braccia sono vicine al corpo e non si trovano in posizione innaturale tale da aumentare lo spazio occupato dal corpo
quando un calciatore cade a terra e mani / braccia sono tra corpo e terreno per sostenere il corpo, ma non estese lateralmente o verticalmente lontane dal corpo<[TOLTO]

TESTO IN VIGORE
[AGGIUNTO]>Non ogni contatto del pallone con una mano o un braccio di un calciatore costituisce un’infrazione. <[AGGIUNTO]

È un’infrazione se un calciatore:
- tocca intenzionalmente il pallone con la mano o il braccio, per esempio muovendo la mano o il braccio verso il -pallone
- tocca il pallone con le proprie mani/braccia quando queste sono posizionate in modo innaturale aumentando lo spazio occupato dal corpo. [AGGIUNTO]>Si considera che un calciatore stia aumentando lo spazio occupato dal proprio corpo in modo innaturale quando la posizione delle sue mani/braccia non è conseguenza del movimento del corpo per quella specifica situazione o non è giustificabile da tale movimento. Avendo le mani/braccia in una tale posizione, il calciatore si assume il rischio che vengano colpite dal pallone e di essere quindi sanzionato<[AGGIUNTO]
- segna nella porta avversaria:
- direttamente con le proprie mani/braccia, anche se in modo accidentale, compreso il portiere
immediatamente dopo che il pallone ha toccato le sue mani/braccia anche se in modo accidentale,

ANALISI
Questa è probabilmente la modifica più interessante ed impattante dal punto di vista interpretativo. Ma non dal punto di vista sostanziale, tranne per i falli di mano in attacco. Infatti, si è solo razionalizzato quanto già si applicava, riformulando la parte di regolamento relativa che, obiettivamente, ha sempre procurato qualche grattacapo in sede di interpretazione.
Partendo dall’inconfutabile specifica per cui non ogni contatto tra mano/braccio e pallone costituisce un’infrazione, si è posta l’attenzione sulla correlazione tra movimento del corpo / dinamica del movimento e posizione delle braccia. Infatti, gli arbitri devono giudicare la “legittimità” della posizione della mano o del braccio in relazione al movimento che il calciatore sta facendo in quella specifica situazione. In pratica una migliore lettura della “congruenza” del movimento.
Interessante la modifica per quanto riguarda il fallo in attacco, infatti d’ora in poi un contatto accidentale mano/pallone da parte di un compagno prima della segnatura di una rete e un contatto accidentale mano/pallone che crea un’opportunità di segnare una rete non saranno più considerati infrazioni. Quindi, in pratica, verrà punito solo il tocco di mano (anche accidentale) del calciatore che, nell’immediato, segna una rete.


MODIFICA Regola 12 – Falli e scorrettezze – punto 2. Calcio di punizione indiretto

TESTO OBSOLETO
Un calcio di punizione indiretto è assegnato se un calciatore:
[…]

TESTO IN VIGORE
Un calcio di punizione indiretto è assegnato se un calciatore:
[…]
[AGGIUNTO]>- inizia un’azione tesa ad aggirare intenzionalmente la Regola al fine di passare il pallone (anche da calcio di punizione o da calcio di rinvio) al proprio portiere con la testa, il torace, il ginocchio, ecc., indipendentemente dal fatto che il portiere tocchi o no il pallone con le mani; il portiere sarà ammonito  se è l’iniziatore di tale azione deliberata<[AGGIUNTO]


MODIFICA Regola 12 – Falli e scorrettezze – punto 3. Provvedimenti disciplinari – Ammonizioni per comportamento antisportivo

TESTO OBSOLETO
Ci sono differenti circostanze nelle quali un calciatore deve essere ammonito per comportamento antisportivo, compreso se:
[…]
[TOLTO]>- usa intenzionalmente un espediente per passare il pallone (anche da calcio di punizione) al proprio portiere con la testa, il torace, il ginocchio, ecc. con lo scopo di aggirare la Regola, indipendentemente dal fatto che il portiere tocchi o no il pallone con le mani<[TOLTO]

TESTO IN VIGORE
Ci sono differenti circostanze nelle quali un calciatore deve essere ammonito per comportamento antisportivo, compreso se:
[…]
[AGGIUNTO]>- inizia un’azione tesa ad aggirare intenzionalmente la Regola al fine di passare il pallone (anche da calcio di punizione o da calcio di rinvio) al proprio portiere con la testa, il torace, il ginocchio, ecc., indipendentemente dal fatto che il portiere tocchi o no il pallone con le mani; il portiere sarà ammonito  se è l’iniziatore di tale azione deliberata<[AGGIUNTO]

ANALISI
La modifica introdotta considera applicabile anche ai calci di rinvio l’infrazione relativa all’utilizzare un “espediente” per aggirare la regola che impedisce al portiere di toccare il pallone con le mani su un passaggio volontario con i piedi da parte di un compagno. In particolare, la nuova formulazione, permette maggiore libertà di interpretazione, coprendo quelle casistiche di punibilità “borderline” che la precedente formulazione non chiariva se fossero applicabili. Inoltre, è stata aggiunta una specifica disciplinare dato che il portiere sarà ammonito se responsabile di avere dato inizio “all’espediente”


MODIFICA Regola 12 – Falli e scorrettezze – punto 4. Ripresa di gioco dopo falli e scorrettezze

TESTO OBSOLETO
Se il pallone è in gioco e un calciatore (titolare) commette un’infrazione fisica all’interno del terreno di gioco contro:
- un avversario – calcio di punizione indiretto, diretto o di rigore
- un compagno, un calciatore di riserva, sostituito o espulso, un dirigente o un ufficiale di gara – calcio di punizione diretto o di rigore
[TOLTO]>- un’altra persona – rimessa dell’arbitro<[TOLTO]

Tutte le infrazioni verbali sono sanzionate con un calcio di punizione indiretto

TESTO IN VIGORE
Se il pallone è in gioco e un calciatore (titolare) commette un’infrazione fisica all’interno del terreno di gioco contro:
- un avversario – calcio di punizione indiretto, diretto o di rigore
- un compagno, un calciatore di riserva, sostituito o espulso, un dirigente o un ufficiale di gara – calcio di punizione diretto o di rigore

Tutte le infrazioni verbali sono sanzionate con un calcio di punizione indiretto

[AGGIUNTO]>Se l’arbitro interrompe il gioco per un’infrazione commessa da un calciatore, dentro o fuori del terreno di gioco, nei confronti di un “corpo estraneo”, il gioco verrà ripreso con una rimessa dell’arbitro, a meno che non venga assegnato un calcio di punizione perché il calciatore è uscito dal terreno di gioco senza l’autorizzazione dell’arbitro<[AGGIUNTO]

ANALISI
Interessante questa modifica che però, a mio modo di vedere, dovrà portare ad una ulteriore chiarimento per quanto riguarda i termini usati. Cosa è, infatti, una “infrazione commessa da un calciatore nei confronti di un corpo estraneo”? La versione originale non chiarisce: “an offence committed by a player against an outside agent”. A mio avviso si tratta di un comportamento violento oppure inaccettabile secondo lo spirito del gioco. La modifica specifica che un calcio di punizione o di rigore può essere assegnato soltanto per un’infrazione commessa contro qualcuno iscritto negli elenchi delle squadre (calciatori titolari, di riserva, sostituiti, espulsi o dirigenti) o un ufficiale di gara. Si chiarisce la decisione tecnica, dato che, se il gioco viene interrotto a causa di un episodio che coinvolge qualsiasi altra persona, animale, oggetto (corpo estraneo), il gioco riprende con una rimessa dell’arbitro. Naturalmente, dato che uscire dal terreno di gioco senza permesso dell’arbitro è una infrazione, se tale infrazione è stata commessa prima di interagire col corpo estraneo, verrà assegnato un calcio di punizione per l’uscita indebita.


MODIFICA PROTOCOLLO VAR

[AGGIUNTO]>VAR, AVAR o operatore video impossibilitato a svolgere il proprio compito
La Regola 6 – Gli altri ufficiali di gara prescrive: “Il regolamento della competizione deve stabilire chiaramente chi sostituisce un ufficiale di gara che è impossibilitato ad iniziare o proseguire la gara e tutti i conseguenti cambi”. Nelle gare che utilizzano i VAR, ciò si applica anche agli operatori video.
Poiché sono necessari addestramento e qualifiche speciali per essere un ufficiale di gara al video / operatore video, i seguenti principi devono essere inclusi nel regolamento della competizione:
- Un operatore VAR, AVAR o un operatore video che non è in grado di iniziare o continuare può essere sostituito solo da qualcuno qualificato per quel ruolo
- Se non è possibile trovare un sostituto qualificato per il VAR o l’operatore video*, la gara deve essere iniziata / proseguire senza l’uso di VAR
- Se non è possibile trovare un sostituto qualificato per l’AVAR*, la gara deve essere iniziata / proseguire senza l’uso di VAR a meno che, in circostanze eccezionali, entrambe le squadre concordino per iscritto che la gara può essere iniziata / proseguire solo con il VAR e l’operatore video

* Questo non si applica se è presente più di un AVAR / operatore video.<[AGGIUNTO]

ANALISI
Sono stati stabiliti i principi che disciplinano i casi in cui un VAR, un AVAR o un operatore video sono impossibilitati a iniziare o proseguire una gara, ovvero come si debba procedere con la gara e come possano essere sostituiti sia gli ufficiali di gara che gli operatori video.

Le competizioni devono includere nelle loro regole i principi da seguire se un ufficiale di gara “al video” o un operatore di replay diventa inabile prima o durante una partita.


MODIFICA GLOSSARIO

In aggiunta alle modifiche riportate in precedenza, nel Glossario del regolamento del gioco del calcio sono state aggiunte le definizioni:

Glossario – Termini calcistici
Linguaggio/azione offensivi, ingiuriosi o insultanti
Comportamento verbale o fisico maleducato, offensivo, irrispettoso; punibile con l'espulsione (cartellino rosso)

Glossario – Termini arbitrali
Ufficiali di gara "video" (VMO)
Sono il VAR e l'AVAR che assistono l'arbitro secondo le Regole del Gioco e il protocollo VAR


Vi ricordo che allo stato attuale il Settore Tecnico non ha ancora tradotto il Glossario, nonostante sia presente da vari anni nel regolamento, trovate una mia traduzione, fedele all’originale, in questi due articoli:

https://www.fischiettomania.com/it/blog/notizie-ed-eventi/glossario-del-regolamento-del-gioco-del-calci
https://www.fischiettomania.com/it/blog/notizie-ed-eventi/glossario-del-regolamento-del-gioco-del-calcio-parte-2

Abbiamo terminato con questa analisi ragionata i cambiamenti regolamentari della stagione 2021/2022 per quanto riguarda le regole dalla 12 in poi, cercando di approfondirli e capire quanto possano impattare il gioco e il ruolo dell’arbitro.


Massimo Dotto

Informatico e Osservatore Arbitrale di calcio a 11 a livelli nazionali fino al 2014, per passione da molti anni si dedica al difficile compito di diffondere la conoscenza sul Regolamento del Calcio, in particolare su Facebook. Il Gruppo di cui è co-admin riunisce migliaia di appassionati fornendo materiale unico ed utile per l'analisi delle più disparate casistiche arbitrali ed il mondo dell'arbitraggio.

Prodotto aggiunto alla lista dei desideri
Prodotto aggiungi al comparatore.